BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MELANIA REA/ Il fratello Michele a Pomeriggio Cinque: Parolisi? Per ora, meglio che Vittoria non lo veda

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

Oggi, in collegamento da Napoli, il fratello di Melania Rea, la giovane mamma uccisa da 37 coltellate, ha parlato di fronte alle telecamere di Pomeriggio 5. Il cognato, è in carcere. Salvatore Parolisi, caporalmaggiore e addestratore delle reclute donne del reggimento Piceno, è, al momento, l’unica indagato per l’assassinio della moglie. E’ stata data temporaneamente in affido alla famiglia di lei la piccola Vittoria, che ancora non sa della scomparsa della mamma. E che, da settimane, non vede il papà. Sta dai nonni materni. Michele racconta che non chiede mai di papà. Probabilmente perché, in giro, ci sono tante foto della madre. «Vittoria ogni giorno saluta la mamma ma non ci fa pesare questo dolore che lei probabilmente avverte, ci dà una forza che neanche noi pensavamo di avere quando ti allarga le braccia e ti vuole venire in braccio è lei che ti coccola».

La bimba, in ogni caso, cresce bene, accudita dai nonni con lo stesso amore con il quale hanno accudito, spiega Michele, Melania e lui stesso, Insegnandole, ha aggiunto, quei valori che si sono persi nel tempo. Con il padre, Vittoria ci parla solamente a telefono, quando la zia la va a prendere  una volta alla settimana. Per il momento, il tribunale non ha ancora deciso se farla visitare il papà in carcere. E’ un’ipotesi che a Michele e ai nonni, tuttavia, non piace. Non hanno ancora la certezza matematica che Parolisi non sia invischiato nella vicenda. Michele ha aggiunto che trema solamente al pensiero che vittoria, un giorno o l’altro, sarà messa di fronte alla verità «qualunque essa sia». Secondo Michele il trauma di avere perso la mamma già è enorme. Se si dimostrerà innocente, sarà ben lieto di ridarle Vittoria. Ma, al momento, tutto gioca a suo svantaggio. Una cosa, a Michele non va davvero giù. Ovvero, il fatto che Parolisi abbia tradito Melani per così tanto tempo. «Lei lo ha sempre invece trattato come principe ed essere ricambiata in questo modo non lo accetto. Se lo avessi saputo sarei andata io a prenderla e a portarla a casa come fratello». Continuano, nel frattempo, le indagini per avvicinarsi all’assassino.


  PAG. SUCC. >