BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

KATE OMOREGBE/ Concesso l’asilo. La nigeriana condannata per droga resta in Italia

Foto Ansa Foto Ansa

Il garante si riferisce al fatto che, se condannati, nel periodo di permanenza in carcere non hanno modo di chiedere il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno e neppure rinnovare le domande di protezione internazionale. Anche secondo Maroni, non è comprensibile perché uno straniero sia obbligato ad attendere l’arrivo nel Cie per poter fare domanda di protezione internazionale. 

© Riproduzione Riservata.