BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SCIOPERO TRAPORTI/ Venerdì 27 gennaio, fermi mezzi pubblici, treni, aerei e navi. Gli orari

Domani, venerdì 27 gennaio, è la volta dello sciopero dei mezzi pubblici. I lavoratori di tram, metropolitane, autobus, treni, aerei e navi incroceranno le braccia

InfophotoInfophoto

Una nuova ondata di scioperi investe la penisola. Il pacchetto liberalizzazioni approvato dal governo ha colpito praticamente ogni settore della vita produttiva del paese, eliminando prebende e privilegi, ma anche penalizzando oltremodo svariate categorie; contestualmente alle norme liberalizzanti, si è reso necessario trovare la copertura finanziaria necessaria aumentando il costo di svariati prodotti, quali la benzina. Già da tempo, quindi, i tir stanno paralizzando mezza Italia, per protestare, in particolare, contro il caro benzina. Domani, venerdì 27 gennaio, è la volta dello sciopero dei mezzi pubblici. I lavoratori di tram, metropolitane e autobus domani incroceranno le braccia, determinando gravi e significativi disagi per i cittadini, che laddove decidessero di spostarsi con l’auto, se prendessero l’autostrada potrebbero trovarsi a dover fronteggiare il blocco dei tir. Lo sciopero del trasporto pubblico avrà modalità diverse di città in città. A Roma, tutto fermo 8:30 alle ore 17:00 e dalle ore 20:00 fino al termine del servizio; i medesimi orari riguarderanno Napoli. A Milano la circolazione dei mezzi pubblici sarà sospesa dalle 8:45 alle ore 15:00 e dalle ore 18:00 fino a fine turno. In tale occasione, nell’Area C sarà sospeso il divieto di accesso per i mezzi privati. A Torino, sarà garantito il servizio urbano e suburbano della Città (escluse le linee 19, 43 e 46b) dalle ore 6:00 alle ore 9:00, dalle ore 12:00 alle ore 15:00. La Metropolitana circolerà, invece, dalle ore 6:00 alle ore 9:00 e dalle ore 12:00 alle ore 15:00. A Bologna mezzi fermi dalle 8:30 alle 16:30 e dalle 19:30 a fine turno. Lo sciopero interesserà anche il settore ferroviario. I lavoratori del settore si asterranno dalle proprio mansioni dalle 21.00 di oggi, giovedì 26 alle ore 21.00 di domani, venerdì 27 gennaio. Saranno garantiti, come prevede la legge, i servizi essenziali dalle ore 6:00 alle ore 9:00 e dalle ore 18:00 alle ore 21:00. In ogni caso Trenitalia ha comunicato che circa il 90% dei treni nazionali circolerà normalmente, dal momento che allo sciopero generale dei trasporti hanno aderito solamente le i sindacati autonomi ORSA, USB e CUB. Saranno ferme anche le navi, 24 ore, così come si determineranno disagi presso i principali aeroporti italiani.