BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CORTEO NO TAV/ Migliaia a Torino, i cori contro la polizia e le macerie del cantiere (video)

In migliaia oggi a Torino in solidarietà con gli attivisti No tav arrestati negli scorsi giorni. Nonostante i timori non si sono verificati incidenti. Il 25 febbraio nuova manifestazione

Foto Infophoto Foto Infophoto

Manifestazione degli attivisti No Tav a Torino, nonostante il maltempo. Sarebbero stati in diecimila secondo gli organizzatori le persone che hanno preso parte sotto il nevischio e la pioggia alla marcia indetta oggi per protestare contro gli arresti dei giorni scorsi di diversi esponenti del movimento No Tav incriminati di aver fomentato violenze durante le manifestazioni in val di Susa della scorsa estate. In realtà la manifestazione era decisa comunque da tempo. I manifestanti hanno aperto il corteo con alcune carriole cariche di macerie che sono state scaricate davanti al palazzo della Regione. Macerie prese dai cantieri della val Susa dove si lavora alla linea ferroviaria alta velocità Torino - Lione così duramente contestata dagli abitanti della valle. I commercianti delle vie dove sono passati i manifestanti hanno chiuso le saracinesche: c'era molta paura infatti che il corteo possa causare incidenti. Diversi i giovani apparsi al corteo in tuta nera: si temeva la presenza di frange estremiste, le stesse che provocarono i violenti incidenti in Val di Susa la scorsa estate, ma non si è registrato nessun incidente. I manifestanti gridavano slogan conte le forze dell'ordine e a favore della liberazione di quanti sono stati arrestati. Si è anche assistito al lancio di uova e vernice, mentre scritte con insulti sono state lasciate su diversi muri. L'unico momento dove però si è registrato qualche attimo di tensione è stato davanti al palazzo della Regione dove diversi manifestanti hanno lanciato fumogeni e petardi. Quindi altri hanno rovesciato il materiale contenuto nelle carriole mentre altri manifestanti ancora si avvicinavano alle forze di polizia: non si è verificato però alcun incidente. I manifestanti sono giunti a Torino da gran parte del nord Italia soprattutto Milano. Per gli organizzatori la prova che l'operazione di polizia non intimidisce quanti protestano contro la costruzione della linea ferroviaria. Ha preso parte al corteo anche il sindacato Fiom di Torino. Il corteo si è poi conluso pacificamente. Gli organizatori hanno dato appuntamento al prossimo 25 febbraio per una nuova manifestazione anti Tav.