BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPRECO CIBO/ Caronna (Pse): vi spiego il mio rimedio "europeo"

Pubblicazione:sabato 28 gennaio 2012

Infophoto Infophoto

“Noi abbiamo innescato un problema in Europa, che non è solo un problema europeo, ma mondiale”, dice l'eurodeputato socialista Salvatore Caronna. Il riferimento è alla relazione che Caronna ha svolto sullo spreco alimentare, del cibo, che è stata approvata dal Parlamento europeo a larghissima maggioranza, con una partecipazione al consenso che ha rotto qualsiasi barriera politica o di steccato ideologico. Salvatore Caronna è rimasto particolarmente soddisfatto e anche stupito dall'eco che ha avuto la sua iniziativa.

Onorevole Caronna, quale sono le ragioni che l'hanno spinto a questa iniziativa ?

Ho visto che, nonostante le iniziative che si fanno in vari Paesi, lo spreco del cibo, lo spreco alimentare è sempre stato poco considerato. Non voglio dire trascurato, ma quasi, dalle istituzioni. E guardi che l'entità di questo spreco è veramente incredibile. Ormai i numeri sono impressionanti. Si spreca cibo per oltre il cinquanta per cento di quello che è a disposizione in Europa. E. nel mondo, per circa un terzo. Insomma questo è un fenomeno più che rilevante. E' un fatto allarmante, destinato a diventare sempre più importante.

Per quale ragione ritiene che diventerà ancora più importante di quello che è già oggi?

Molti osservatori e studiosi mi hanno spiegato e dimostrato che stiamo entrando in un'altra epoca, in una nuova epoca. Se fino a qualche anno fa, o ancora ai nostri giorni, ma per poco, il cibo non costituiva un problema nei Paesi sviluppati, adesso si sta entrando in un'epoca dove l'offerta di cibo sarà inferiore alla domanda. E questa caduta della domanda interesserà tutto il mondo. Non è che le risorse del pianeta siano infinite. Per produrre cibo ci vogliono determinate condizioni e queste stanno diventando inferiori rispetto alla crescita della popolazione, al fatto stesso che grandi Paesi emergenti si potranno permettere livelli di nutrizione migliori. A questo punto, il problema non è più solo di carattere etico, di stile di vita, diciamo così, ma diventa un grande problema, un grande tema economico, per trovare un nuovo modello di sviluppo.

E' soprattutto per questo che lei ha posto l'attenzione del Parlamento europeo sullo spreco?


  PAG. SUCC. >