BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

OMICIDIO ROMA/ Fotogallery, ammazzano padre e figlia di sei mesi a Torpignattara

Malviventi uccidono un uomo e la figlia di sei mesi. E' successo ieri sera a Roma nella zona di Torpignattara. Scattata la caccia ai killer in tutta la capitale

La moglie dell'uomo ucciso a Roma, foto InfoPhoto La moglie dell'uomo ucciso a Roma, foto InfoPhoto

Duplice omicidio per strada, uccisi un padre e la figlioletta di sei mesi, entrambi cinesi. E' successo ieri sera a Roma nel quartiere di Torpignattara. Marito, moglie e figlia avevano appena chiuso il proprio locale, un money transfer che viene utilizzato dai cittadini stranieri per inviare soldi a casa, e iu stavano dirigendo verso la propria abitazione. Sono stati assaliti da una coppia di giovani, sembra italiani, che hanno ordinato di consegnar loro l'incasso che portavano in una borsa, minacciandoli di ucciderli come cani, espressione riportata dala donna sopravvissuta. Cosa che hanno fatto veramente nell'agitazione del momento: la donna che portava con sé i soldi avrebbe avuto un attimo di esitazione e i delinquenti hanno cominciato a sparare: pochi colpi, che hanno però ucciso sul colpo Zhou Zeng, 31 anni e colpito alla testa la piccola che è poi deceduta in ospedale. La moglie ha assistito impietrita alla strage dei suoi familiari. Il tutto è accaduto in via Giovannoli angolo via Tempesta. I rapinatori sono fuggiti portando via la cifra di circa 5mila euro, l'incasso del giorno. Un testimone ha dichiarato di aver visto i due malviventi fuggire a piedi con il volto coperto da un casco. Secondo altri testimoni i cinesi erano stati seguiti e quindi aggrediti una volta usciti dal negozio. Le autorità hanno immediatamente scatenato una vasta caccia all'uomo nel tentativo di bloccare gli assassini. Le pattuglie a disposizione sono state raddoppiate e posti di blocco sono stati istituiti nella zona dell'omicidio, ma anche in altre  parti della capitale dove ancora adesso si assiste a un imponente dispiegamento delle forze dell'ordine. Immediati anche i commenti delle autorità cittadine, come il vicesindaco Belviso che ha chiesto alla città di ribellarsi contro questa barbarie definita inaccettabile: "Gli autori del delitto non sono uomini ma animali. Ma come si può uccidere una bimba così piccola, vita innocente incapace di nuocere a nessuno?". Il vicesindaco ha poi espresso alla moglie dell'uomo ucciso la solidarietà di tutta la città, così come all'intera comunità cinese.