BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BAMBINO PRELEVATO A SCUOLA/ Il suo destino è più grande della madre peggiore

Pubblicazione:venerdì 12 ottobre 2012 - Ultimo aggiornamento:venerdì 12 ottobre 2012, 8.55

Un frame del video del bambino prelevato dalle forze dell'ordine Un frame del video del bambino prelevato dalle forze dell'ordine

Se potessi incrociare il volto di quella madre sconvolta e arrabbiata perché le è stato portato via il figlio o di quel padre a cui il giudice ha deciso invece di affidare il figlio, vorrei che tutti e due, ora così distanti, potessero fare esperienza di una energia nuova di comportamento, di ricerca di soluzioni: quella che nasce dalla consapevolezza che ogni figlio è segnato da questo destino buono, anche se un padre e una madre fossero messi nelle condizioni di non poter far niente per lui. 

Se non c’è la promessa della felicità, il dolore è assurdo, le ingiustizie sono insopportabili, le devianze incorreggibili (cioè non si possono reggere); se c’è la promessa della felicità anche le esperienze più terribili sono un passaggio che sfida e che chiama ad una responsabilità più grande. Ma oggi chi ci promette questa felicità, chi ci svela un destino buono per noi e per i nostri figli?



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.