BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTO DEL GIORNO/ Oggi, 13 ottobre, viene celebrato San Benedetto Martire

Pubblicazione:sabato 13 ottobre 2012

Foto Infophoto Foto Infophoto

Oggi la Chiesa ricorda San Benedetto Martire cristiano celebrato il 13 del mese di ottobre. Si conosce poco della vita del santo protettore della città di San Benedetto del Tronto, di certo si sa che nacque all'incirca nel III secolo dopo Cristo e che fu un militare romano, probabilmente di origini friulane impegnato nel centro Italia nella città delle Marche che oggi sarebbe Cupra Marittima in provincia di Ascoli Piceno. All'epoca l'imperatore Romano era Diocleziano, uno degli ultimi grandi imperatori pagani che attuò grandi e durature persecuzioni sanguinose nei confronti di chi professava la fede cristiana. Benedetto, anche se soldato romano, seguiva in segreto la fede cristiana e, scoperto dai suoi commilitoni, fu denunciato in quanto ciò infrangeva le leggi imperiali dell'epoca. Gli venne data la possibilità di rinunciare alla sua religione ed essere liberato, ma Benedetto non abiurò. Il 13 ottobre dell'anno 304 d.C. venne quindi immediatamente condannato a morte e, portato su un ponte sopra il torrente Menocchia, venne giustiziato con la decapitazione. Il corpo così brutalmente straziato del  soldato Benedetto venne gettato nel fiume e da lì le impetuose correnti lo portarono fino al mare sfigurandolo se possibile ulteriormente. Le spoglie del santo quindi vagarono per miglia in mare fino a raggiungere una spiaggia, dove un umile contadino le raccolse e, volendo dare degna sepoltura a quel corpo le portò sul promontorio più vicino e le seppellì. Solo più tardi si conobbe la storia di quel poveretto e così, la tomba di Benedetto cominciò a diventare luogo di pellegrinaggio e di culto da parte di tutti i cristiani delle vicinanze. Più tardi, grazie all'editto di Costantino, che permetteva anche ai cristiani libertà di culto, sopra alla tomba di Benedetto venne eretto un sacrario dove molti fedeli si recavano per la fama taumaturgica che aveva avvolto il Santo, soprattutto grazie ai miracoli che faceva per chi soffriva di malattie legate alla testa. Con gli anni in quel luogo venne eretta una pieve, cioè una piccola chiesa rurale ed il culto di San Benedetto crebbe sempre di più, tanto che attorno alla chiesa cominciò a formarsi un vero e proprio paese che in seguito darà origine alla città di San Benedetto del Tronto. Al posto della pieve nell'anno 1698 venne eretta una vera e propria chiesa abaziale dedicata a San Benedetto, dove ancora oggi, sotto all'altare maggiore riposano le spoglie del santo, mentre vicino all'ingresso della chiesa vi è una porzione di lapide che la tradizione dice essere l'originale lapide della tomba del santo, ove è scritto che fu deposto li all'età di 28 anni il 13 ottobre dell'anno 304. 


  PAG. SUCC. >