BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

STUDENTESSA SCOMPARSA/ Pavia: Cecilia Beretta è sparita da martedì sera

Pubblicazione:

La ragazza scomparsa  La ragazza scomparsa

Cecilia Beretta, una studentessa di 25 anni di Abbiategrasso, sarebbe scomparsa nel nulla. Di lei infatti non si hanno più notizie da martedì scorso dopo aver passato una serata con gli amici. La giovane frequenta la facoltà di farmacia di Pavia. Martedì sera aveva passato una serata con amici che a mezzanotte l'hanno riaccompagnata a casa, un appartamento dove abitava con una amica universitaria anch'essa. Ma mercoledì mattina, svegliandosi, l'amica non l'ha trovata in casa. Nella sua stanza c'erano ben tre biglietti di addio, ma la ragazza aveva lasciato lì il cellulare, i documenti anche la tessera bancomat. In uno dei biglietti un drammatico messaggio: non cercatemi. A cui aggiungeva: non posso più restare in Europa. Che cosa voleva dire? E come fare a fuggire, addirittura lasciando l'Europa, senza documenti e tessere bancomat? Forse il messaggio nasconde un drammatico suicidio? I genitori di Cecilia hanno dato subito l'allarme: i carabinieri hanno attivato il dispositivo di ricerca. Il padre ha commentato: “E’ disordinata e confusionaria, come ha fatto a progettare una fuga così complicata?”. Ha detto poi che la figlia non soffriva di alcuna forma di depressione, c'erano stati solo alcuni problemi con la madre perché non sembrava studiare troppo. Ultimamente però, ha aggiunto, aveva ripreso a studiare in modo regolare. Una delle chiavi per la ricerca è il fatto che la ragazza avesse raccontato ai genitori che le capitava di fare amicizia con persone incontrate sul treno recandosi a Pavia. Infatti uno dei tre biglietti ha queste parole scritte da lei: “Ho conosciuto una persona in treno, non cercate tracce nel cellulare perché non ne troverete”. Domenica scorsa Cecilia si sarebbe confidata con una bambina di 5 anni sua conoscente facendole vedere un secondo cellulare dei cui era in possesso e che nessuno sapeva, dicendole che voleva fuggire. Mercoledì è infatti arrivato un sms al padre: sei il migliore del mondo, diceva. Messaggio identico alla madre e ai due fratelli più piccoli, poi di Cecilia non si è saputo più niente. 


  PAG. SUCC. >