BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CONCISTORO/ I nuovi cardinali di Benedetto sono la "frontiera" della Chiesa

Pubblicazione:giovedì 25 ottobre 2012

InfoPhoto InfoPhoto

Nella stessa direzione anche la decisione, del pontefice, di premiare Bechara Boutros Rai, Patriarca di Antiochia dei Maroniti, responsabile di una delle tessere del mosaico cattolico libanese. Il Papa ha avuto modo di conoscere e apprezzare la sua maturità ecclesiale nel recente viaggio in Libano, dove si è fatto portavoce dei disagi economici e politici del paese, ma anche delle speranze dei cristiani in una regione lacerata da conflitti e tensioni.

Ultimo del gruppo ma non meno noto, Baselios Cleemis Thottunkal, Arcivescovo Maggiore di Trivandrum dei Siro-Malankaresi, indiano con una lunga frequentazione romana. Il secondo asiatico della sestina che riceverà la berretta rossa il prossimo 24 novembre. 

E proprio la provenienza geografica dei futuri cardinali è un altro indicatore importante per “leggere” l’ultima mossa di Benedetto XVI: Asia, Africa, Medio Oriente, America del nord e del sud, praticamente i continenti penalizzati nell’ultimo concistoro, sbilanciato a favore di europei e in particolare italiani. Una correzione necessaria ma anche un segnale politico: esclusi gli italiani, sia i diocesani, con Venezia e Torino che rimangono senza porpora, sia gli uomini di Curia a capo di prestigiosi Pontifici Consigli.

Con le attuali nomine il collegio cardinalizio tocca il numero massimo di cardinali elettori. Al 24 novembre infatti saranno esattamente 120 le porpore sotto gli ottant’anni (a proposito auguri ai prossimi ottuagenari, Card. Arinze e Card. Martino), e anche se oltre la metà hanno origini europee, crescono le percentuali di porpore provenienti dal resto del mondo. Sarà anche vero che non si tratta di un “problema di alchimia fra nord e sud del mondo, o fra est e ovest” come ebbe a dire il Segretario di Stato, card. Tarcisio Bertone, ma l’universalità della Chiesa è una bella cosa.

 

(Dinfna Valentini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.