BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Due ragazze si baciano. Devono ritenersi, per questo, migliori?

Pubblicazione:venerdì 26 ottobre 2012

Infophoto Infophoto

Leggete le scritte sui muri di una scuola, sentite come tra compagni apostrofano il più timido, o il più imberbe. Così, guardo la foto che ha fatto il giro della rete, e ci arriva da Marsiglia, dove si è svolta una grande manifestazione contro la decisione di Hollande di parificare i diritti di tutti i cittadini. Non è esatto: ha stabilito che i gay possono sposarsi e avere dei figli. Due ragazze con lo chignon, belle, fresche, allegre, si baciano con trasporto davanti a una piazza di signore arcigne, divise e banderine in mano, che  a bocca spalancata per il disgusto mostrano, e gridano, il loro orrore.

Da che parte state? Io dalla parte delle ragazze. Ci mancherebbe, un bacio ha mai disgustato qualcuno? Un bacio è immorale o immondo? I ragazzi che si baciano all’ombra della notte… ricordiamo Prévert. Anche se è un bacio finto, provocatorio, esibito. Quindi un non bacio d’amore. Anche se sfido chiunque, con abito bianco e fiori d’arancio, a sfilare in un gay pride e vedere se ne esce vivo. Eppure, alle provocazioni, se non violente, si risponde con l’ironia, o voltandosi da un’altra parte. Alle ragazze che si baciano avrei decretato un applauso. 

Non si deve aver paura di un bacio: non diamo pretesti ai nostri figli, non inculchiamo loro l’idea di una diversità da guardare con sospetto, o odio. La storia ha già espresso in questo il peggio di sé.  Ragazze, ragazzi che vi amate,  seguite, voi come noi, ciò che l’amore vero ispira. Tenerezza, discrezione, serietà, sacrifici, felicità. Non ci dà fastidio la diversità, dobbiamo imparare a rispettarla. Nasconderla o non considerarla è ipocrisia e stupidità. Ma voi, ragazze che vi baciate, voi, non giudicateci, e  non credetevi, per quel bacio, migliori.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.