BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTO DEL GIORNO/ Oggi 27 ottobre la Chiesa celebra Sant' Evaristo martire

Pubblicazione:sabato 27 ottobre 2012

foto Infophoto foto Infophoto

Il 27 ottobre la Chiesa Cattolica ricorda Sant' Evaristo Papa e martire. Il suo nome deriva dal greco Euarestos che significa “colui che piace”: la traduzione latina è invece Evaristus. Oggi vengono pure festeggiati: San Trasea di Eumenia Vescovo; Santa Balsamia; Beato Salvatore Mollar Ventura Martire; Beato Pietro de Lauro; San Namazio di Clermont Vescovo; Sant' Odran di Iona Monaco. Le notizie sulla vita di questo martire non sono del tutto certe Da alcuni scritti e fonti storiche si ritiene che Evaristo abbia ricevuto l'incarico pontificio come quarto Pontefice nel Secondo Secolo D.C., intorno all'anno 100. Sono invece discordanti le notizie circa la durata del suo episcopato. Secondo quanto riporta il Liber Pontificalis, il Libro dei Pontefici, Evaristo risultava essere nato ad Antiochia, in Grecia, da padre giudeo, in una famiglia di religione ebraica. La conversione di Evaristo al cattolicesimo sarebbe avvenuta a Roma, durante il periodo in cui il Santo avrebbe ricevuto l’incarico di reggere la diocesi romana in sostituzione di Papa Clemente I che nel frattempo era stato mandato in esilio dall’imperatore Domiziano. E sono sempre le pagine del Liber Pontificalis a testimoniare il martirio del Papa. Il Martirologio Romano scrive "A Roma viene festeggiato sant'Evaristo, Papa e Martire, il quale, sotto l'imperatore Adriano, imporporò col suo sangue la Chiesa di Dio". In realtà non si ha una certezza sull’effettivo martirio di Sant’Evaristo, infatti nella stesura del nuovo calendario riguardo a questo fatto è stata redatta ed aggiunta una nota molto esplicativa: "La memoria di S. Evaristo, introdotta nel Calendario romano nel secolo XI, viene cancellata: a nessun diritto infatti S. Evaristo deve essere annoverato tra i martiri, e il suo giorno natalizio il giorno in cui è morto non è conosciuto". Leggendarie e non accertate anche le disposizioni attribuite al Santo, ossia: la distribuzione dei sacerdoti nelle chiese parrocchiali della città, probabilmente in realtà disposizione già data da S. Cleto; la posizione dei diaconi durante la Messa predicata dal Vescovo. 


  PAG. SUCC. >