BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ Fiano (Pd): l'anti-ebraismo è il filo che lega Hamas e le paure dell'Occidente

Una scuola ebraica Una scuola ebraica

E’ probabile che nella natura umana, anche in quella dei coetanei dei miei figli, vi sia la necessità di una semplificazione. E’ forse per questo che dei ragazzi occidentali timorosi per il proprio futuro, sconfortati per le proprie prospettive di vita, come è già successo nella storia innumerevoli volte, cercano una soluzione nella possibilità di identificare in modo semplicistico un unico nemico o un responsabile di tutti i mali. E’ un fatto che mi sconforta a tal punto che non so più cosa dire.

Lei è il responsabile sicurezza del Pd. Quale risposta devono dare le istituzioni a manifestazioni come quella di mercoledì che mettono a rischio la sicurezza? Bisogna contrastare in tutti i modi la violenza, riaffermando la nostra contrarietà senza se e senza ma. Bisogna investire nella sicurezza in modo da avere tutori delle forze dell’ordine che abbiano i mezzi giusti per fare rispettare la legge, le istituzioni e la vita civile delle città. Nelle nostre forze dell’ordine ci sono meno donne e uomini di quanti ne servirebbero, non sono pagati bene, hanno strumenti a volte antiquati o modalità di lavoro che potrebbero essere migliorate. Tutto ciò non è indifferente rispetto alle necessità di cui si fa carico l’ordine pubblico.

Per il Pd quali sono le priorità? La prima è il rifiuto della violenza cui è ricorsa una minoranza di quanti manifestavano, a differenza della maggioranza che esprimeva un diritto di critica al governo. Poche centinaia su molte migliaia presenti in piazza sono violenti di professione, anche se si tratta di giovani, e il loro unico scopo è attaccare le istituzioni e le forze dell’ordine. Ciò è inconcepibile, ed è quindi fondamentale che le forze dell’ordine svolgano il loro dovere di tutela delle istituzioni, della vita civile e di se stessi.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.