BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

IL CASO/ Quei tre “sì” che valgono più delle lotte di piazza

InfophotoInfophoto

3) Sì all’Europa e alle nostre tradizioni? - L’Europa non può essere quella dei burocrati e dei regolamenti, ma deve diventare il luogo che custodisce e sviluppa le nostre tradizioni e i nostri bisogni.?Non si possono tagliare i finanziamenti a progetti importanti quali Erasmus, la solidarietà, la ricerca ma occorre, al contrario, ripensare come ridare slancio a tutte queste nuove iniziative.

In conclusione, una ripresa non potrà che avvenire ponendo la persona al centro dello sviluppo. Solo ritrovando le ragioni di una solidarietà e assumendosi la fatica di affermare un positivo si potrà ripartire. Contestare è difficile e non basta dire no.

© Riproduzione Riservata.