BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ Meluzzi: il "ragazzo dai pantaloni rosa" ucciso dagli stereotipi e dall'ideologia anti-"omofoba"

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Bisogna anche dire che pensare che luoghi come la scuola debbano essere luoghi totalmente idilliaci è un'altra illusione ideologica. Credo che dal tempo del libro Cuore non sia mai avvenuto. In quel libro c'era chi beffeggiava il piccolo muratore con la mano rattrappita. Oggi ci sembra inconcepibile, oggi vogliamo invece pensare che il mondo dei giovani e della scuola da sempre debba essere un paradiso in terra, ma è solo un 'altra illusione ideologica.

Essere tutti buoni allo stesso tempo nello stesso luogo è sempre stata una utopia. Le scuole non devono essere sinonimo di violenza o di bullismo, ma pensare allo stesso tempo che vadano affidate alle procure della Repubblica, procure a cui abbiamo già affidato la tutela della morale pubblica o dello Stato, è un errore. Se affidiamo alle procure della Repubblica anche la pedagogia dei bambini non solo non risolviamo alcun problema ma ne creiamo uno ancora più grande.

Infine c'è il mondo dei social network. Staccarsi da essi e tornare alla realtà provoca spesso dei traumi. I social network non sono né un rimedio ma neanche una malattia, ma il sintomo di una solitudine in cui nella carenza di rapporti interpersonali veri si va a ricercare una consistenza impossibile e spesso illusoria. 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
24/11/2012 - Fobia dell' omofobia (GIOVANNI PIERONI)

Sono ormai diversi i casi di giovani e giovanissimi che si suicidano. Questo caso, che presenta aspetti poco chiari, sarà ancora una volta strumentalizzato dalla lobby gay per chiedere l'approvazione dell' odiosa legge anti-omofobia, in cui si potrà essere perseguiti anche soltanto per l'espressione delle proprie idee. Per combattere la vera omofobia c'è già la legislazione vigente.