BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ISLAM/ Sbai: vi svelo chi "addestra" un uomo a sgozzare i propri figli

Infophoto Infophoto

Ed ecco la lama che viene man mano sfoderata, per affilarsi laddove la carne è più sottile e più facilmente viene trapassata. I bambini di Umbertide lo hanno vissuto sulla loro pelle e la morte li ha colti dopo aver aperto la porta di casa al proprio padre, che loro mai avrebbero pensato potesse sgozzarli. Il dolore di una madre non può e non deve essere spiegato, soprattutto in un Paese dove le donne, direttamente o indirettamente, vittime di violenza sono sole. Fuori e dentro i Tribunali, dove la giustizia se aiutata da chi conosce quel mondo agisce in maniera esemplare, ma l’opinione pubblica rimane in silenzio. La domanda che spesso mi faccio, uscendo dalle aule dove si consumano le udienze drammatiche per la morte delle donne, è questa: trent’anni, con sconti, attenuanti e sconticini, sono la pena adatta per chi si appropria della vita di un innocente? Se la morte non è una pena coerente con un sistema di diritto, qual è la giusta condanna per chi spezza due piccole vite nel sangue, gettando nel baratro la donna che le ha generate?

 

© Riproduzione Riservata.