BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ Blondet: la massoneria vuole i beni della Chiesa, e ora tocca all'Italia

Il presidente francese Hollande (InfoPhoto) Il presidente francese Hollande (InfoPhoto)

Ad esempio il potere finanziario?

 

Guardiamo il caso di Fazio: appena un cattolico arriva a un ruolo di primo piano, ecco che viene distrutto.

 

Tornando alla Francia: gli espropri alla Chiesa li faceva già Napoleone.

 

C'è un potere trasversale dai tempi di Napoleone che è ostile alla Chiesa. Se lei va a Parigi vedrà come è una città nonostante tutto segnata da una tradizione cristiana, lo si vede anche dai nomi delle strade: Montmartre, il monte del martire, Saint Denis, primo vescovo francese qui decapitato. Oggi però la Francia è un paese decristianizzato e in Italia non è che stiamo molto meglio. La Chiesa diventa allora qualcosa da saccheggiare.

 

Un quadro inquietante.

 

Un quadro che si estende a ogni organismo di potere, basti pensare all'Unione europea dove si mette in pratica l'ideale massone di cessione di sovranità degli Stati per dare questa sovranità in pasto ai banchieri. Guardiamo come si accaniscono contro i più deboli, esattamente come fanno contro la Chiesa, parlo di Spagna, Italia e Grecia, senza che nessuno reagisca. Forse qualcosa il centrodestra berlusconiano poteva fare contro questo potere occulto, ma non lo ha fatto. 

© Riproduzione Riservata.