BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CROLLO PALERMO/ Due morti e due dispersi in via Bagolino: appartamento abusivo sul tetto (video)

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

Due palazzine sono crollate questa notte a Palermo, nel quartiere dei cantieri navali in via Bagolino. Tragedia notturna che ha causato al momento due morti e due dispersi. I vigili del fuoco e le forze dell'ordine stanno ancora scavando alla ricerca delle due persone mancanti, due donne. I feriti, fortunatamente lievi, sono una decina. Cedimento strutturale, sembra al momento la causa ufficiale del crollo, dunque nessuna esplosione dovuta a fughe di gas, ma crollo causato da una struttura evidentemente danneggiata da tempo o costruita non in modo regolare. Emergono infatti particolari inquietanti: sembra che sul terrazzo condominiale fosse stato realizzato un appartamento, in modo non regolamentare. E' già stata aperta una indagine per disastro colposo. Le due vittime accertate sono  il signor Accardi, 82 anni, e Antonino Cinà, 54 anni. Dispersa la moglie di Accardi, Maria La Mattina, 80 anni, e Elena Trapani, 74 anni. Si è evitata la strage solo perché le persone che vivevano nelle due palazzine hanno avvertito sin da subito il crollo in arrivo, scricchiolii che hanno fatto chiamare subito i vigili del fuoco i quali hanno ordinato immediatamente di evacuare le palazzine. E' stato in quel momento, mentre gli abitanti cercavano di uscire, che il primo palazzo è imploso crollando e trascinando nel crollo anche quello al suo fianco. Sono state fatte evacuare anche le palazzine contigue, dove vivono una decina di famiglie in tutto che si dovranno apprestare adesso a passare il Natale fuori casa sempre che i palazzi non vengano dichiarati inagibili per sempre e di conseguenza abbattuti. Uno degli abitanti delle palazzine crollate, Francesca Pecoraro, ha già fatto sapere che l'appartamento costruito al posto del terrazzo condominiale era del tutto abusivo. Da quel momento nel palazzo erano apparse crepe e spesso gli abitanti die piani sottostanti assistevano al crollo di calcinacci nei loro appartamenti. "Avevano costruito un quarto piano - dice Giuseppina Ferrara, una abitante al terzo piano - e la casa si era riempita di crepe e si sentivano continui scricchiolii. Oggi i rumori hanno fatto preoccupare più del solito e abbiamo chiamato i vigili del fuoco, che ci hanno fatto immediatamente sgombrare. Qualche minuto dopo è venuto giù tutto". Una tragedia dunque annunciata. 


  PAG. SUCC. >