BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

LA STORIA/ Alberto e Francesca, e la grazia di quei 6 figli "affidati"

La casa affido Pim PamLa casa affido Pim Pam

Sono anche loro genitori in qualche modo.

 

Una bambina che ha una storia di lutti alle spalle un giorno mi ha detto: ma alla fine se tu o la Francesca morite ci sono tanti zii che si prenderanno cura di noi. Questo è il contenuto che io desidero passi a loro, sapere che possono stare tranquilli che è la cosa fondamentale. Se un bambino è tranquillo e si sente accolto e non lasciato solo abbiamo già fatto cento. 

 

Questo è un Natale dove proprio i bambini ancora una volta sono le vittime del male dell'uomo. Pensiamo a quanto è successo recentemente in America. 

 

Quando penso alla mia vita penso di avere avuto una grazia che è cosa diversa dalla fortuna. La vita non è fatta di sfortuna o cose brutte o cose belle. Sono cose che ci sono però quando mi alzo al mattino e vedo questi bambini non posso non riconoscere che è qualcosa che mi è stato dato, un regalo enorme. La vita è fatta di tante cose ma quello che prevale alla fine è il desiderio di bellezza, di felicità, di innocenza che questi bambini mi portano. Mi sento sempre una mano sulla testa in tutto quello che faccio perché mi sento accompagnato da persone concrete che manifestano qualcosa di molto più grande. Sono veramente grato. 


(Paolo Vites) 

© Riproduzione Riservata.