BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LA STORIA/ Alberto e Francesca, e la grazia di quei 6 figli "affidati"

Pubblicazione:mercoledì 26 dicembre 2012 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 26 dicembre 2012, 12.50

La casa affido Pim Pam La casa affido Pim Pam

A Chiavari, cittadina del Golfo del Tigullio tra le incantevoli località di Portofino e Sestri Levante, è nata da qualche mese la "Casa affido Pim Pam". Alberto, 32 anni, e Francesca, 33, una coppia che non ha potuto avere figli propri, vive la propria esistenza accogliendo bambini tra gli zero e gli 11 anni. Sono sei attualmente i bambini provenienti da famiglie in difficoltà per vari motivi che vivono a tempo pieno con loro. Dal non avere avuto la possibilità di generare, Alberto e Francesca si sono trovati così genitori a tempo pieno e di molti più figli di quanti magari ne avrebbero mai potuto immaginare. "Le richieste sono sempre molte" dice Alberto a ilsussidiario.net. "Come tutti quelli in affido questi bambini vengono da storie molto difficoltose con famiglie che hanno avuto problemi di diverso tipo. Normalmente si pensa che il fatto di non poter avere figli sia la fine di tutto. Invece se uno guarda la realtà per come essa è si scopre che si può essere genitori anche senza generare. Io li sento figli miei senza dimenticare che sono nati da un'altra pancia invece che da quella di mia moglie". In questo compito difficile Alberto e Francesca non sono soli: "C'è una compagnia concreta, reale che ci sostiene e non ci lascia soli mai. Un giorno una bambina che viene da una situazione di lutto familiare, mi ha detto: anche se tu o Francesca morite, ci sono tutti questi zii che non ci lasceranno mai soli. Questo è il messaggio che io desidero arrivi ai bambini che vengono nella nostra casa, che non saranno mai soli".

 

Alberto, che cosa è una casa famiglia?

 

Ne esistono tipi diversi. Ci sono quelle vecchio stile in cui ci sono degli educatori e un numero limitato di bambini che hanno preso il posto dei vecchi orfanotrofi dove si trovavano anche 50, 60 bambini.  Per ovviare a questo si sono fatte delle comunità più familiari, dei mini istituto dove ci sono operatori e bambini 5, 6 bambini al massimo.

 

Invece da voi non ci sono operatori, ma ci siete voi, una coppia sposata. 

 

La nostra è una casa famiglia di tipo più moderno dove ci sono due figure, io e mia moglie, che facciamo da papà e mamma.

 

I bambini che avete in affido stanno da voi a tempo pieno? Che età hanno?

 

Quando abbiamo iniziato la nostra esperienza avevamo un bambino che veniva da noi la mattina presto e alla sera tornava dalla madre. Adesso ne abbiamo sei da zero a 12 anni di età che stanno con noi a tempo pieno.  

 

Come vi vengono affidati? 

 

La nostra esperienza è nata dall'unione del carisma di San Antonio Gianelli, il santo considerato protettore della nostra città, da cui è nato un ordine di suore, le Giannelline di Chiavari, e l'associazione Famiglie per l'accoglienza. Abbiamo chiesto esplicitamente che tutti i casi venissero filtrati da queste due realtà, per non dover essere costretti a dire di sì a tutti. Sono loro che gestiscono i casi e poi ce li affidano. 

 

Da coppia senza la possibilità di avere figli a coppia con tanti bambini: che cosa ha significato?


  PAG. SUCC. >