BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

MATRIMONI/ Il giurista: vi spiego perché gli italiani hanno paura di sposarsi

InfophotoInfophoto

Sono un po’ perentorio: meglio meno matrimoni religiosi davvero sentiti  nella fede, che tanti matrimoni religiosi retaggio di abitudini e cliché che poi tradiscono il loro significato di sacramento.
In due casi su tre il matrimonio avviene in regime di separazione dei beni. E’ un sintomo della fragilità delle coppie  sposate?

In parte sì. Ma il dato vero è che un matrimonio su tre sia in regime di comunione dei beni, con un’apertura e una scelta di vita che vuole essere davvero definitiva.
I matrimoni misti, cioè quelli in cui un coniuge è italiano e  l’altro straniero, nel 2011 sono stati 8mila in meno rispetto al 2007. E’ il segno del fatto che l’integrazione multiculturale in Italia sta  vivendo una fase di difficoltà?O anche del fatto che alcuni “stranieri” ormai sono italiani.
Il progetto di legge sul divorzio breve è fermo da mesi alla Camera. Se il testo fosse approvato, quali sarebbero le conseguenze per  le coppie e per i figli?
Direi negative. Intanto perché il matrimonio diverrebbe sempre più  simile ad un contratto, con possibilità di risoluzione pressoché  automatica. Inoltre perché un istituto millenario come il matrimonio su cui si sono fondate tutte le grandi civiltà e le moderne democrazie  rappresenta un impegno importante dei consociati davanti alla comunità e il suo eventuale scioglimento va ponderato anche con il decorso di un  tempo ragionevole. Quanto ai tempi e alle spese giudiziarie – spesso  indicati come le ragioni per un divorzio breve - ci sono altri strumenti  che possono aiutare le coppie in crisi, come la mediazione e, rispetto  ai figli, l’affido condiviso e congiunto.
Che cosa ne pensa del fatto che il Parlamento preferisca rimandare la discussione anziché affrontarne i nodi cruciali?
Per come sta affrontando il tema – un mero accorciamento dei tempi della separazione, senza porsi il problema di un vero sostegno alle  famiglie come accade in  Francia – penso che è meglio così.

© Riproduzione Riservata.