BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

PAPA/ Campiglio: col suo Motu proprio, Benedetto "sblocca" il genio della carità

La Colletta del Banco AlimentareLa Colletta del Banco Alimentare

Il Banco Alimentare in questo momento è la realtà certamente dominante e ha svolto finora in modo spontaneo questo ruolo di collettore di implicito coordinamento che il Papa richiede. Adesso ci sarà un’attenzione maggiore dei vescovi di tutte le diocesi perché l’azione del Banco Alimentare si coordini con altre istanze, laddove questo non avvenga.

 

Il motu proprio chiede ai vescovi di “impedire che attraverso le strutture parrocchiali o diocesane vengano pubblicizzate iniziative che, pur presentandosi con finalità di carità, proponessero scelte o metodi contrari all’insegnamento della Chiesa”. Che cosa si intende dire?

 

Il Banco Alimentare è un’organizzazione nei fatti molto trasparente e che favorisce un legame diretto fra risorse disponibili, che altrimenti andrebbero sprecate, e i bisogni concreti e specifici di famiglie e persone. Nel giorno della Colletta le persone mettono a disposizione non tanto del denaro, quanto una scelta libera di prodotti alimentari. E lo stesso vale con i medicinali nella giornata del Banco Farmaceutico. Questo non è quello che di regola avviene in altri casi, nel senso che molte iniziative pure meritorie sono orientate sul piano dell’elargizione monetaria.

 

Quali sono i possibili inconvenienti legati a questa scelta?

 

Purtroppo esistono casi in cui questa elargizione per motivi burocratici si blocca, e quindi chi dona ritiene che quella somma vada per sostenere l’alimentazione nei Paesi più poveri, mentre in realtà ciò non avviene. Inoltre ci può essere un uso di queste risorse in denaro che essendo un bene fungibile può essere usato sia per lo scopo originariamente indicato, sia per altri scopi che possono essere diversi e lontani rispetto a quelli per i quali chi ha fatto la donazione si è convinto. Il Papa intende dire che sotto la supervisione del vescovo, tutte le organizzazioni che condividendo un medesimo fine sono coordinate per realizzare al meglio un obiettivo di bene comune, è necessario che lo facciano davvero.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.