BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IMU ALLA RICERCA/ Troina: giusto esentarla, ma non è da considerare il bene assoluto

Pubblicazione:domenica 30 dicembre 2012

InfoPhoto InfoPhoto

Noi cattolici dobbiamo incominciare ad avere più una posizione educativa e di confronto, piuttosto che porci come i laicisti che, in modo ideologico, vogliono tassare le scuole paritarie. Diversamente, anche la posizione cattolica potrebbe essere interpretata dagli altri come integralista. Nel caso specifico, occorre entrare nel merito. Dobbiamo essere noi, quindi, a mostrare che il bene comune non è quello che si sta perseguendo con la ricerca sugli embrioni, richiamando tutti a un’esperienza di verità. Occorre riconquistare questo livello di educazione in un mondo laicizzato ormai da decenni, disabituato a un giudizio critico sulla verità e assuefatto all’interesse e al tornaconto miope.

In che modo i cattolici possono riproporre questa educazione?

Noi cristiani dobbiamo assumere una posizione di testimonianza sul campo, più che una presa di posizione politica che può essere trasformata in posizione ideologica. Ci troviamo di fronte a un laicismo estremamente reazionario, che di fronte alle scelte fondamentali della vita non riesce a dare risposte perché per farlo dovrebbe porsi domande altrettanto fondamentali rispetto alle quali preferisce il tornaconto e la miopia delle scelte. Negli ultimi 20 anni del resto i diritti inderogabili, rispetto ai quali noi tutti dovremmo far sentire la nostra voce, sono stati difesi in modo intellettualistico. Il nostro compito è invece quello di dare ragione, perché andare contro il diritto fondamentale significa andare contro l’umanità della persona.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.