BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

COMPLOTTO/ Per Il Fatto Quotidiano il Papa verrà ucciso entro 12 mesi (video)

Il Papa morirà entro un anno. E’ il quotidiano Il Fatto Quotidiano ad annunciarlo questa mattina in prima pagina, ma la notizia era già stata anticipata dal programma Servizio Pubblico

Foto ImagoeconomicaFoto Imagoeconomica

Il Papa morirà entro un anno. E’ il quotidiano diretto da Antonio Padellaro, Il Fatto Quotidiano, ad annunciarlo questa mattina in prima pagina, ma la notizia era già stata anticipata ieri sera nel corso della trasmissione Servizio Pubblico, condotta da Michele Santoro. Marco Lillo, il giornalista autore dell’articolo shock che da questa mattina è in tutte le edicole, ha spiegato che l’arcivescovo di Palermo, il cardinale Paolo Romeo avrebbe parlato durante un suo viaggio in Cina compiuto lo scorso novembre proprio del fatto che Joseph Ratzinger sarebbe stato vittima di un complotto entro dodici mesi al massimo, e che l’attuale arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola, gli sarebbe succeduto. Secondo Il Fatto Quotidiano, questa notizia avrebbe indotto il cardinale colombiano Dario Castrillon a scrivere il tutto in un messaggio in lingua tedesca diretto al Papa, il quale lo avrebbe poi ricevuto pochi giorni dopo. Il Fatto Quotidiano riporta poi alcuni stralci del documento: «Durante i suoi colloqui in Cina, il Cardinale Romeo ha profetizzato la morte di Papa Benedetto XVI entro i prossimi 12 mesi. Le dichiarazioni del Cardinale sono state esposte, da persona probabilmente informata di un serio complotto delittuoso, con tale sicurezza e fermezza, che i suoi interlocutori in Cina hanno pensato con spavento, che sia in programma un attentato contro il Santo Padre». Si legge ancora che «a Pechino il Cardinale Romeo ha dichiarato di essere stato inviato personalmente da Papa Benedetto XVI per proseguire, o meglio verificare i colloqui avviati dal Cardinale Dario Castrillón Hoyos a marzo 2010 in Cina. Inoltre ha affermato di essere l’interlocutore designato del Papa per occuparsi in futuro delle questioni fra la Cina e il Vaticano». Poco dopo l’annuncio della notizia durante la trasmissione Servizio Pubblico, in tarda serata è arrivata la reazione del Vaticano, attraverso il portavoce padre Federico Lombardi: «Si tratta evidentemente di farneticazioni che non vanno prese in alcun modo sul serio». «Mi sembra una cosa talmente fuori della realtà e poco seria – continua a spiegare padre Lombardi - che non voglio nemmeno prenderla in considerazione. Mi sembra incredibile e non voglio nemmeno commentare».