BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SENTENZA ETERNIT/ Un secco no a un'Italia "made in China"

Pubblicazione:

Smaltimento di amianto a Casale Monferrato  Smaltimento di amianto a Casale Monferrato

È chiaro che è anche la burocrazia. Thyssen ed Eternit sono due casi negli ultimi 40 anni, mentre quotidianamente la difficoltà di fare azienda soprattutto per gli imprenditori italiani è data da costi di burocrazia e inefficienza pubblica. In Italia, tutto ciò che si trova fuori dai cancelli delle aziende, non solo non agevola le attività delle imprese ma spesso è un grande ostacolo da superare. È chiaro quindi che non dobbiamo nasconderci dietro a Eternit, ma risolvere gli altri problemi che sono poi quelli che realmente allontanano le aziende dall’investire in Italia. Un recente rapporto della Commissione Ue punta il dito contro la segmentazione del mercato del lavoro e un sistema squilibrato di sostegno alla disoccupazione nel nostro Paese.

 

Quanto incidono questi fattori nell’allontanare gli investimenti stranieri?

 

Tutto ciò che in ambito pubblico dovrebbe o potrebbe aiutare l’attività di un’azienda, in Italia al contrario quasi sempre manca o ostacola la sua attività. Può essere il mercato del lavoro, la burocrazia, le infrastrutture dei trasporti e della logistica, un mercato del know-how che spesso non è all’altezza. Mentre in altri Paesi tutto questo è pensato per agevolare l’attività delle imprese, in Italia o manca o se c’è rappresenta un ostacolo, finendo per porre soltanto una serie di impedimenti. E il fatto più grave è che ciò avviene non nell’interesse di qualcuno, come nel caso di Eternit, ma come intoppo burocratico fine a se stesso. Ben venga quindi che alcuni di queste barriere siano rimosse. Non ce n’è però una che ostacoli più delle altre: può essere infatti utile abolire l’articolo 18, ma resteranno altri mille passi ancora da compiere.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.