BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

MORTO RENATO DULBECCO/ Nobel per la medicina, scoprì il meccanismo delle cellule tumorali

Renato Dulbecco - InfophotoRenato Dulbecco - Infophoto

Il contratto in America era di soli due anni, ma anche in questa occasione si distinse al punto da ottenere una proroga e la cittadinanza americana. I successivi studi gli meritarono l’attenzione del padre della genetica moderna, Max Delbruck, che lo convinse a collaborare con lui in uno dei laboratori più importanti del Pianeta, il California Institute of Technology di Pasadena. Nel ’55, oramai era divenuto famoso, grazie, in particolare, alle sue scoperte sul virus che provoca il Fuoco di Sant’Antonio e su quello della Poliomelite. Fu, infine, nel ’68 che capì che le cellule tumorali si riproducevano all’infinito a causa di Dna virale unitosi chimicamente alla cellule sane.

© Riproduzione Riservata.