BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FRECCIAROSSA/ Treno Napoli-Roma urta carrello in galleria. Fs: usato per rubare rame

Pubblicazione:

Foto Imagoeconomica  Foto Imagoeconomica

Il treno Frecciarossa Napoli-Roma ha urtato questa mattina, intorno alle 7.20, un carrello di servizio posizionato sui binari all’interno di una galleria. Tanta la paura a bordo, con i passeggeri che hanno raccontato di aver sentito il rumore metallico dovuto impatto, ma fortunatamente il convoglio non è deragliato e non sono stati registrati feriti. Inevitabili i successivi disagi, sia alla stazione Termini di Roma che alla Centrale di Napoli, dove molti treni sono stati deviati sulla linea Roma-Formia-Napoli. I passeggeri a bordo sono stati trasferiti in un altro Frecciarossa fatto arrivare appositamente da Trenitalia attraverso un ponte metallico tra i due convogli. L’operazione è durata circa venti minuti, e il secondo treno è potuto ripartire solo alle 9.20. Bisognerà ora accertare come mai quel carrello mobile di manutenzione si trovasse proprio sui binari, andando a creare un serio rischio per i passeggeri, e le indagini sono ancora in corso. Oltre all’integrità della motrice Eurostar, che nell’impatto avrebbe riportato solo dei danni al musetto, i tecnici stanno valutando le conseguenze riportate dai binari, che potrebbero essere stati danneggiati dal carrello finito schiacciato sotto al treno che, a detta dei passeggeri a bordo, viaggiava a circa 300 chilometri orari. Pochi minuti fa Ferrovie dello Stato ha fatto sapere che il carrello è stato lasciato sui binari da ignoti, che potrebbero averlo usato per attuare un furto di cavi di rame. Sempre Fs rende infatti noto che nel corso della notte erano stati posati circa seicento metri di nuovi cavi di rame proprio per sopperire ad altri furti avvenuti in precedenza. Ecco la nota di Ferrovie dello Stato che spiega quanto accaduto: «Alle ore 7.35 di questa mattina sulla linea Napoli-Roma il treno 9610 ha investito un carrello di piccole dimensioni (piattina), lasciato sui binari da ignoti presumibilmente al fine di attuare un furto di cavi di rame. Nel corso della notte infatti, erano stati posati circa 600 metri di nuovi cavi di rame resisi necessari a seguito di altri furti avvenuti precedentemente.


  PAG. SUCC. >