BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

LA STORIA/ Quel brut rosé più forte di ogni ideologia…

La cena allietata dal Brut rosèLa cena allietata dal Brut rosè

Ma gli artisti, i cantanti, come per esempio Celentano, non pensano che possa bastare la loro stessa arte per affermare un valore? Che c'entra l'ideologia, che magari mortifica un fan che non la pensa allo stesso modo? La verità è che questo tipo di mondo, abituato a dividere, è finito: appartiene al passato, come le cose vecchie che hanno stufato, come un tavolo in fòrmica. Al contrario, oggi c'è l'esigenza di parlarsi per rimettersi in gioco, come ha fatto Pasquale Forte con Roberto Conterno o come farà fra pochi giorni con il cuoco Enrico Bartolini, attivando un borgo medievale con un'osteria e un negozio. Questo è ciò che vogliamo, questo dà gusto alla stessa politica, che – volente o  nolente – dovrà rimettersi in discussione. Perché non sia più l'ideologia cieca (degradata nell'interesse personale in taluni casi) a dettare il cammino, ma una certa idea di progresso.

© Riproduzione Riservata.