BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

INCHIESTA PADOVA/ La Regione Veneto smentisce l'accusa: corsi regolari

Graziano Debellini Graziano Debellini

«Nessuno ha mai contestato che i corsi siano stati fatti - aveva già avuto modo di spiegare l’Avvocato Bertolissi nella quarta udienza -. Stiamo parlando di corsi regolarmente svolti, di docenti, di aule, di gente che ha trovato lavoro, di corsi portati a buon fine, di follow up egregi e completi che la Regione Veneto ha sempre controllato». Un punto chiave che l'accusa aveva già dovuto confermare. Non si tratta perciò di "corsi fantasma", anche perché, come ha dichiarato il pm Vartan Giacomelli nella sua replica durante la scorsa udienza, la Cooperativa Dieffe è una «realtà a tutti nota sul territorio per il lavoro che svolge».

© Riproduzione Riservata.