BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SPILLO/ Le tre anime di Repubblica

Carlo De Benedetti bussa forte alla porta del governo Napolitano-Monti-Passera per avere spazi nei suoi business di famiglia: energia, sanita' privata, tv e media

Foto: ImagoeconomicaFoto: Imagoeconomica

Riassunto e integrazione degli Spilli precedenti, a costo di annoiare i lettori del Sussidiario. A) Carlo De Benedetti bussa forte alla porta del governo Napolitano-Monti-Passera per avere spazi nei suoi business di famiglia: energia, sanita' privata, tv e media. Il governo pero' non gli da' nulla e non mostra di avere le strategie del gruppo Cir fra le sue preoccupazioni. B) Eugenio Scalfari e' e resta un esponente del Parito d'Azione, geneticamente attratto dalla "democrazia d'elite': quella perfettamente incarnata dal governo ytecnico. C) Ezio Mauro e la redazione di Repubblica devono mandare in edicola un giornale ogni mattina, Ai lettori di Repubblica non possono star simpatici i professori ricchi e snob che tagliano le pensioni ai pensionati poveri, aumentano le tasse a chi gia'' le paga e vogliono licenziare i dipendenti cinquantenni, magari anche fra gli statali iscritti alla Cgil. Non.a caso il giornale "montiano" per eccellenza e' il Corriere della Sera, di cui Repubblica e' strenuo concorrente. Pero' Monti incarna - almeno per ora - il "miracolo" della fine del ventennio berlusconiano: forse più' "percepita" che reale, ma ai "Rep-people" per il momento sentirsi un po' "montiani' consente di alzarsi bene la mattina. E questo e tutto.

© Riproduzione Riservata.