BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL FATTO/ Gaber e quella domanda che trova risposta nelle vite dei "piccoli"

Il monastero benedettino di Grazzano Il monastero benedettino di Grazzano

E la sindaca ha chiamato a raccolta gli enti, ma anche i privati, per far rivivere un simbolo storico, partendo semplicemente dalla suggestione di un articolo che sei anni fa scrissi sulla Stampa. L'avvocato Carlo Alleva, proprietario della Tenuta Santa Caterina (ottimo il suo Grignolino Arlandino) ha voluto creare, a sue spese, l'immagine dell'orto botanico benedettino, come segno di una dedizione geniale dell'uomo ai processi della natura, facendo emergere sempre la bellezza. (La foto me l'ha inviata lei, Rosaria Lunghi, questa mattina presto. Ed io l'ho pensata lì nel chiostro, col sole che baciava questo paese di collina del Monferrato, piena di gratitudine per la sua comunità).
A questo punto mi chiedo ? Ma questi sindaci cosa sono se non degli eroi, o semplicemente dei buoni padri e madri di famiglia, che danno il loro tempo incondizionatamente per la vita di una comunità, dove si
esprime ancora una certa socialità, custode anche del gusto, dei saperi di un tempo. Di questa Italia vera io credo si debba parlare. E dentro quel clima di festa e di determinazione, quest'anno, non ho visto lo spreco o il folclore becero di altre situazioni che ormai appartengono al passato; ho visto la dignità di una civiltà di uomini e donne che hanno un punto da cui ripartire.

© Riproduzione Riservata.