BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TERREMOTO PERUGIA/ Scossa di magnitudo 3.9 in Umbria. 15 marzo 2012

Una scossa di terremoto pari a 3.9 gradi delal scala Richter è stata avvertita questa mattina alle ore 4 e 30 al confine tra Umbria e Marche. Nessuna conseguenza e nessun crollo di edifici

Foto Infophoto Foto Infophoto

L'epicentro e la magnitudo del terremoto. Forte scossa di terremoto questa mattina all'alba in provincia di Perugia. Alle ore 4 e 30 un evento sismico pari a 3.9 gradi della scala Richter è stato infatti avvertito al confine tra l'Umbria e le Marche con epicentro nella zona di Castelluccio di Norcia nell'Umbria a sei chilometri dal centro abitato. La scossa è stata avvertita in molte zone delle due regioni e parecchia gente è scesa per strada allarmata, ma fortunatamente non si sono registrati danni a edifici o persone. La scossa è stata localizzata nel distretto sismico dei Monti Sibillini, zona ad elevata attività sismica. Per la precisione la scossa è stata registrata alle coordinate 42.81°N, 13.202°E  e a una profondità di sei chilometri. Come dicevamo, la zona è a elevata densità sismica: in Umbria, nella provincia di Perugia ma non solo, si ricordano purtroppo disastrosi terremoti accaduti nel corso degli anni con anche gravi conseguenze con crollo di edifici e morti. La scossa improvvisa di questa notte verrà esaminata per capire se ci si troverà adesso davanti a uno sciame sismico, tipico di eventi del genere quando una forte scossa dà poi via a una serie anche lunga di scosse minori di assestamento. Dicevamo della paura nella popolazione che ha avvertito l'evento scendendo in strada per diverso tempo, ma nulla di grave è stato registrato nelle due regioni colpite dal sisma. Come comunica l'istituto italiano di vulcanologia e sismologia, il terremoto è stato localizzato con i dati di 11 stazioni della Rete Sismica Nazionale dell'INGV (quadrati). La localizzazione epicentrale riportata nella figura e' quella rivista dagli operatori della Sala Sismica dell'INGV e comunicata al Dipartimento di Protezione Civile subito dopo l'evento. I dati relativi a ogni terremoto rilevato dalla rete INGV vengono rivisti successivamente da personale specializzato prima di essere inseriti nel Bollettino della sismicità italiana. Il comune più vicino all'epicentro è quello di Castelsantangelo sul Nera in provincia di Macerata a dieci chilometri circa dall'epicentro I comuni invece compreesi in un raggio di venti chilometri sono i seguenti.