BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SAN PATRIZIO/ Irlanda in festa, gli appuntamenti

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

Tutto pronto per la festa dedicata a San Patrizio, vescovo di origini scozzesi e Patrono d’Irlanda, morto il 17 marzo 461. L’Isola verde si prepara quindi alla festa nazionale con parate, spettacoli, maschere, carri allegorici e fiumi di birra, irlandese s’intende. Dublino sarà come sempre la capitale dei festeggiamenti, che cominceranno con la faraonica parata da Parnell Square, a mezzogiorno, che attraverserà le vie centrali della città fino alla cattedrale di St. Patrick. Ma vestiti da folletto e birra scura saranno presenti nelle città di tantissimi paesi del mondo, compresa l’Italia, dove per la giornata di domani sono previsti concerti, mostre, stand gastronomici e birra artigianale in numerosi Irish pub del nostro Paese. Niall Gibbons, chief executive di Tourism Ireland, ha dichiarato: «Con 70 milioni di persone nel mondo che si considerano irlandesi o di origine irlandese non sorprende certo che il 17 marzo venga celebrato così diffusamente e con tanto entusiasmo». Il tema di quest’anno sarà “How? What? Why?” e riguarderà la scienza, per cui i carri allegorici che sfileranno per le strade di Dublino dovranno cercare di rappresentare al meglio questo argomento.

In Italia segnaliamo invece diversi eventi che festeggeranno proprio questo giorno dedicato a San Patrizio: a Firenze, fino al 17 marzo, si terrà presso il Teatro Obihall un grande evento fatto di concerti, birra e stand legati al Paese verde, dalle 19.30 in poi. A Bologna, invece, dal 14 al 18 marzo, il rock club Estragon organizza diverse serate di musica, birra e gastronomia irlandese. Tutto per Patrizio d'Irlanda, nato con il nome di Maewyin Succat, che solo successivamente scelse il nome latino di Patrizio. Nacque nel 373 in Scozia, vicino a Glasgow, e a 16 anni fu rapito da predoni irlandesi che lo tenerono in prigionia per anni non lontano da Dublino. Questi anni di solitudine e stenti lo fecero diventare un mistico visionario e, dopo essere scappato e tornato dalla famiglia, decise di cominciare a convertire lo stesso popolo selvaggio che lo aveva rapito. 


  PAG. SUCC. >