BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NO TAV/ Aggredita troupe del Tg3, oggi vertice del governo sulla Val Susa

Ieri sera nuovo blocco della autostrada A32 Torino-Bardonecchia. Una troupe televisiva del Tg3 è stata aggredita da alcuni manifestanti. Oggi vertice di emergenza del governo

Foto Infophoto Foto Infophoto

Vertice di emergenza del governo sulla situazione in Val di Susa. Si terrà oggi un incontro per esaminare l'escalation di violenze e di incidenti che ormai da una settimana circa infiamma la Val di Susa, dopo l'incidente accaduto al manifestante caduto lunedì scorso da un traliccio dell'alta tensione su cui si era arrampicato. Ieri al Viminale c'era stato un incontro con i vertici della polizia. Intanto ieri sera e ieri notte nuovi incidenti: l'autostrada A32 Torino-Bardonecchia è stata occupata per l'ennesima volta dopo lo sgombero di soli due giorni fa così come la statale 24 tra Bussoleno e San Giorgio. I manifestanti impegnati in tale blocco erano circa un migliaio. Blocchi stradali con sacchi di cemento, rami e pezzi di cancellate. Una autentica organizzazione per contrastare nuovi tentativi di sgombero: i manifestanti hanno addirittura sradicato le pompe antincendio dell'autostrada rivolgendole verso la direzione da cui sarebbero potuti arrivare le forze dell'ordine. Le quali si sono posizionate con mezzi blindati per prepararsi all'attacco, ma verso le 23 di ieri sera fortunatamente i leader No tav hanno chiesto ai propri uomini di lasciare da soli i blocchi. Un gruppetto di giovani è però rimasto a bloccare l'autostrada fino a circa la mezzanotte. Nel frattempo giungeva la notizia di una nuova aggressione a una troupe televisiva, questa volta del Tg3, dopo che ieri erano state assalite in malo modo troupe del Corriere Tv e di Mediaset. Un operatore è stato gettato a terra mentre un manifestante cercava di strappargli la telecamera, non risulta sia rimasto però ferito. Il clima è sempre più infuocato anche a livello politico: ieri sera in collegamento in diretta durante il programma tv Servizio Pubblico, il leader No Tav Perino ha attaccato duramente il segretario del Pd Pierluigi Bersani che era ospite in studio. Per Bersani il clima di violenza sta permettendo a estremisti e a possibili terroristi di infiltrarsi tra i manifestanti. Ieri sera poi manifestazioni anche in varie città italiane. A Milano ad esempio un corteo non organizzato è sfilato per le vie del centro, stessa cosa a Torino. Qui alcuni manifestanti hanno bloccato un treno in partenza dalla stazione.