BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

EQUINOZIO DI PRIMAVERA/ Il primo giorno della nuova stagione approda sul logo di Google

Cade oggi, 20 marzo 2012, l’equinozio di primavera, giorno che segna l’inizio della primavera astronomica nell’emisfero settentrionale. Google, quindi, celebra l'evento con un doodle

Foto: FotoliaFoto: Fotolia

Cade oggi, 20 marzo 2012, l’equinozio di primavera, giorno che segna l’inizio della primavera astronomica nell’emisfero settentrionale. Google, quindi, non poteva non rendere omaggio a questo evento, e lo fa con un nuovo Doodle creato da Noora Niinikowski, celebre stilista della nota casa finlandese della Marimekko. La Marimekko la cu fondazione risale al 1951, ha avuto una prima notorietà mondiale durante le elezioni presidenziali americane degli anni sessanta e poi nuovamente grazie alla serie televisiva "Sex and the city". Un logo semplice, quello di Google, colorato e privo di animazioni, ma che cerca di trasmettere sensazioni e colori di questa nuova stagione che da oggi prende il posto dell’inverno. All'equinozio è dedicata anche una pianta, esattamente il trifoglio, simbolo dell'Irlanda. Era infatti la pianta usata dal patrono irlandese san Patrizio per spiegare la Trinità e la festa del santo cade proprio in prossimità dell'equinozio, il 17 marzo. Il trifoglio è anche associato al triskele, la ruota sacra a quattro braccia. La parola equinozio deriva dal latino “equi-noctis”, vale a dire “notte uguale” al giorno. Questo perché si tratta dell’istante di tempo, che nel 2012 cade alle ore 5.14, in cui il Sole sorge esattamente a Est e tramonta esattamente a Ovest. E’ quindi quel momento in cui le ore di luce equivalgono a quelle di buio, garantendo di conseguenza una durata del giorno e della notte sostanzialmente uguale. 
Nell’emisfero settentrionale, l’equinozio di marzo cade per l’appunto il 20 o il 21 marzo, ed è chiamato equinozio di primavera, mentre quello di settembre, che cade il 22 o il 23 del mese, è l’equinozio di autunno. L’equinozio di primavera veniva festeggiato già dagli antichi egizi, con una festa pubblica chiamata Sham El Nessim, mentre come sappiamo anche la Chiesa cristiana usa l’equinozio per calcolare il giorno di Pasqua, che al più presto può capitare il 22 marzo. Come in casi analoghi, la festività cristiana della Pasqua è stata assorbita da una precedente festività pagana, quella dedicata alla dea germanica della fertilità e della primavera Eostre, Oestara e anche Ostara. I suoi simboli, proprio come succede oggi quando si festeggia la Pasqua, erano le lepri, i conigli, le uova degli uccelli. Ma l’equinozio di primavera è considerato addirittura il primo giorno dell’anno da tantissimi calendari, come per esempio quello iraniano, ma viene festeggiato anche in India, Afghanistan, Azarbaijan, Turchia, Zanzibar, Alabnia e da diversi paesi dell’Asia Centrale. In Giappone, il giorno dell’equinozio di primavera è una festa nazionale, che normalmente si trascorre andando a visitare le tombe dei propri cari e celebrando riunioni con la propria famiglia.