BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SANTO DEL GIORNO/ Oggi, 21 marzo 2012, è San Nicola di Flue, patrono della Svizzera

Tutti i santi Tutti i santi

La tomba del santo è stata aperta nel 1518, nel 1600, nel 1625, nel 1654, nel 1679 e nel 1732. La Chiesa espresse il consenso all'adorazione dopo varie titubanze. E,' però, specialmente dall'epoca della seconda guerra mondiale in poi, che ogni anno, una notevole quantità di pellegrini tedeschi e svizzeri, si recano presso la tomba di San Nicola. L'essere stato riconosciuto quale messaggero di pace, sia dai protestanti, che dai cattolici, ha reso la notorietà e la santità di Bruder Klaus ancora più grandi. Nel 1927 venne fondata la Lega S. Nicola di Flue e nel 1976 fu costruito un museo a Sachsen; tutto ciò incoraggiò maggiormente i pellegrinaggi. Una frase di San Nicola, che voleva essere un consiglio in politica, è entrata nella tradizione della politica estera svizzera: la raccomandazione, di Bruder Klaus, di non allargare troppo i confini. La Svizzera ne ha fatto tesoro, utilizzandola perfino durante la riunione per votare l'adesione alle Nazioni Unite.Il 21 marzo si festeggia anche San Giustiniano da Vercelli, vescovo che successe ad Eusebio dal 435 al 452. Egli adempì al suo mandato con onestà e impegno, facendosi amare dai chierici, di cui fu guida spirituale, come se fosse il loro padre. La sua vita fu contemplativa e quasi certamenti morì prima che gli Unni seminassero morte e distruzione, invadendo Vercelli e altre città. Infatti, dalla sua lapide si evince che varcò la soglia del cielo in modo festoso e non violento.

© Riproduzione Riservata.