BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NO TAV/ 1. L'esperto del Brennero: in Val di Susa nessun pericolo amianto, ecco perché

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

In Piemonte, gli attivisti del movimento denunciano il rischio di polveri radioattive. «Nella costruzione di qualunque galleria è possibile incontrare materiale radioattivo, come l’amianto. Proprio per questo abbiamo personale esperto, dotato di maschere antigas e di tempi di reazione infinitesimali laddove, ad esempio, dovessero intervenire perché abbiamo incontrato una sacca di gas. Le polveri e i gas sprigionati dalla montagna, inoltre, vengono aspirati, trattati e depurati da un sistema di aspiramento situato fuori dalla galleria estremamente sofisticato. Si fa così ovunque. Non esistono più, per intenderci, i minatori che escono sporchi di nero». Oltretutto, «nessuno sarebbe così folle - aggiunge - da mettere a repentaglio la propria vita. Ci sono diverse società che collaborano, magari facendo associazioni temporanee di impresa che non hanno alcun interesse a votarsi alla morte». Allora, perché i No Tav sono così agguerriti? «Sinceramente, conclude, non capisco perché sia montata una tale protesta».



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.