BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INCIDENTE TARANTO/ Falla in una petroliera, in mare 20 tonnellate di carburante

Pubblicazione:giovedì 12 aprile 2012

Foto Infophoto Foto Infophoto

Taranto una petroliera battente bandiera panamense sta perdendo carburante in mare. Secondo le notizie che arrivano dal posto l'imbarcazione avrebbe già perso venti tonnellate di petrolio dando vita a una chiazza larga ottocento metri quadri. Sempre secondo le informazioni che arrivano, sarebbero stati già recuperate otto  tonnellate di greggio, ma l'allarme è in pieno corso. La petroliera si trovava nel porto dell'area industriale, nella zona cosiddetta mar Grande di Taranto quando i membri dell'equipaggio di un'altra imbarcazione hanno dato l'allarme. Si erano accorti che la petroliera panamense stava perdendo il carburante. Immediatamente mezzi della capitaneria di  porto con l'aiuto della società Ecotras (una ditta specializzata in questo tipo di operazioni di bonifica marina) sono riusciti a circoscrivere la zona dell'inquinamento, una chiazza oleosa di circa ottocento metri quadri dando poi subito il via alle operazioni di bonifica. I sub della capitaneria di porto sono scesi a verificare le condizioni della falla: ci sarebbero alcune griglie sporche di carburante. Secondo quanto comunicato dal direttore dell'agenzia regionale protezione dell'ambiente "Fino a quando la sorgente non verrà bloccata la chiazza di petrolio tenderà ad allargarsi". E' stato quindi spiegato che tutte le procedure di contenimento  sono state attivate. Le previsioni sono diversi gironi di lavoro per porre rimedio a quanto successo. Non è chiaro al momento come la petroliera si sia procurata la falla, forse un urto entrando nella zona del porto industriale di Taranto, anche se appare quanto mai strano che l'equipaggio stesso della petroliera non si sia accorto di cosa stesse succedendo, ma siano dovuti intervenire i marinai di un'altra imbarcazione per rilevare la falla e lo svernamento in mare del carburante. Secondo una fonte ufficiosa lo svernamento in mare non sarebbe invece stato causato da una falla ma sarebbe avvenuto per errore da parte dell'equipaggio della petroliera. Per errore sarebbe stata versata l'acqua di zavorra che però era contaminata dal greggio. 


  PAG. SUCC. >