BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TERREMOTO TOSCANA/ Scossa di magnitudo 3.3 tra Bologna e Pistoia, 14 aprile

Terremoto Toscana: una scossa di magnitudo 3.3 è stata avvertita stanotte, tra venerdì e sabato, intorno a mezzanotte tra Bologna e Pistoia, come fanno sapere Ingv e Protezione Civile

Foto: Infophoto Foto: Infophoto

Terremoto Toscana: scossa di magnitudo 3.3 tra Bologna e Pistoia, 14 aprile - La terra trema ancora tra Emilia Romagna e Toscana: una scossa di magnitudo 3.3 si è verificata stanotte tra Bologna e Pistoia, poco dopo la mezzanotte. La popolazione del luogo più vicina all’epicentro ha avvertito in modo distinto il sisma, ma non ci sono stati danni a persone né a cose.
La scossa è stata registrata precisamente alle 0.13 della notte tra venerdì e sabato: la notizia è stata diffusa sia dall’Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) che dalla Protezione Civile. Le località più vicine all'epicentro, la cui popolazione ha avvertito in modo abbastanza distinto la scossa, sono stati comuni di Molino del Pallone (Bologna), San Marcello Pistoiese (Pistoia) e Taviano (Pistoia). Al Dipartimento della protezione civile non risultano danni nè a persone nè a cose.
Secondo quanto rilevato dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV, il terremoto è stato localizzato nel distretto sismico Appennino_pistoiese ed è stato registrato alle coordinate 44.075°N, 10.882°E  e a una profondità di 6,7 chilometri sotto al mare. Diversi i comuni nell'area entro i dieci chilometri dall'epicentro che sono stati interessati dal sisma: in provincia di Bologna, Granaglione e Lizzano in Belvedere, in provincia di Pistoia, San Marcello Pistoiese. Ancora  tra i comuni compresi in un raggio tra i dieci e i venti chilometri dall’epicentro del terremoto di stanotte si contano: Fanano in provincia di Modena, Porretta Terme in provincia di Bologna e la cittadina di Pistoia stessa.
Secondo quanto fa sapere l' Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia i valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo rappresentano la migliore stima con i dati a disposizione. Eventuali nuovi dati o analisi potrebbero far variare le stime attuali della localizzazione e della magnitudo.
Inoltre, Il terremoto è stato localizzato con i dati di 20 stazioni della Rete Sismica Nazionale dell'INGV. I dati relativi a ogni terremoto rilevato dalla rete INGV vengono rivisti successivamente da personale specializzato prima di essere inseriti nel Bollettino della sismicità italiana.