BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LEGGE 40/ Perché avere tre genitori sarebbe un diritto costituzionale?

Pubblicazione:domenica 15 aprile 2012 - Ultimo aggiornamento:domenica 15 aprile 2012, 12.54

Il palazzo di giustizia di Milano (InfoPhoto) Il palazzo di giustizia di Milano (InfoPhoto)

Certamente perché quello che viene qui definito - il diritto alla realizzazione alla vita familiare - non c’è da nessuna parte nella nostra Carta Costituzionale. Significa innalzare desideri, aspettative, bisogni al rango di diritto: ma attenzione, quando questi sentimenti diventano diritti - e qui addirittura dovrebbero essere diritti fondamentali della Carta Costituzionale - questi possono poi prevalere su altri diritti, come quello appunto del bambino, che è tra l’altro il soggetto più fragile.

Questa legge, peraltro sottoposta già a referendum, è stata otto volte rimandata dinanzi ai giudici costituzionali, dal divieto di diagnosi preimpianto sino a contestare il dubbio di legittimità sull’intero testo…

La percezione è che non potendo agire sul Parlamento, si cerchi di agire sull’interprete per eccellenza delle nostre leggi, che è il giudice costituzionale. Questo, però, significa anche trovare un’altra via, fatta spesso di artifizi giuridici non corrispondenti a quello che è stato il comune sentire di quel referendum.

(Alla pagina seguente il video con quanto affermato da Alberto Gambino)


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >