BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TERREMOTO MACERATA/ Scossa di 2.2 gradi nelle Marche. 20.4.2012

E’ stato registrato un terremoto nelle Marche, in provincia di Macerata. Il sisma, di magnitudo 2.2, è stato individuato dai macchinari dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia

Infophoto Infophoto

E’ stato registrato, oggi, un terremoto nelle Marche, in provincia di Macerata. Il sisma è stato individuato dai macchinari dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia che hanno fissato l’intensità della magnitudo a 2,2. Il fenomeno è stato avvertito alle ore 12.34 locali, alle coordinate 43.386°N, 13.209°E, mentre il suo ipocentro è stato localizzato ad un profondità di 7,8 chilometri. Il distretto sismico in cui la scossa è stata sentita è quello dell’omonima provincia cui fa capo. Benché, non risulta che il terremoto abbia provocato danni di entità rilevante a persone o cose, è stato distintamente avvertito dalle popolazioni di numerosi comuni limitrofi. In particolare, i Comuni che lo hanno avvertito e che si trovano in un raggio compreso entro i dieci chilometri sono: San Paolo Di Jesi (An), Staffolo (An), Apiro (Mc), Cingoli (Mc); i comuni che hanno avvertito il terremoto compresi tra i 10 e i 20 chilometri sono, invece: Belvedere Ostrense (An), Castelbellino (An), Castelplanio (An), Cupramontana (An), Filottrano (An), Maiolati Spontini (An), Mergo (An), Monsano (An), Monte Roberto (An), Poggio San Marcello (An), Rosora (An), San Marcello (An), Santa Maria Nuova (An), Appignano (Mc), Poggio San Vicino (Mc), Pollenza (Mc), San Severino Marche (Mc), Tolentino (Mc), Treia (Mc).

L’ultimo terremoto era stato avvertito nella medesima zona sismica ieri, il 19 aprile; si è prodotto alle 11.40 alle coordinate 43.368°N, 13.206°E e alla profondità di 7,1 chilometri. In questo caso, i Comuni che lo hanno avvertito e che si trovano in un raggio compreso entro i dieci chilometri sono: San Paolo Di Jesi (An), Staffolo (An), Apiro (Mc), Cingoli (Mc): quelli, invece, compresi trai i 10 e i 20 chilometri sono: Castelbellino (An), Castelplanio (An), Cupramontana (An), Filottrano (An), Maiolati Spontini (An), Mergo (An), Monte Roberto (An), Poggio San Marcello (An), Rosora (An), Santa Maria Nuova (An), Appignano (Mc), Gagliole (Mc), Poggio San Vicino (Mc), Pollenza (Mc), San Severino Marche (Mc), Serrapetrona (Mc), Tolentino (Mc), Treia (Mc). Come fa sapere l’Ingv, «i dati relativi a ogni terremoto rilevato dalla rete INGV vengono rivisti successivamente da personale specializzato prima di essere inseriti nel Bollettino della sismicità italiana».