BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INCIDENTI TORINO/ Lancio di uova contro i ministri Fornero e Profumo cariche della polizia

Pubblicazione:sabato 21 aprile 2012

Foto Infophoto Foto Infophoto

Lancio di uova contro i ministri Fornero e Passera oggi a Torino, dove era in corso un convegno sulla scuola paritaria organizzato dalla locale diocesi. I contestatori, alcuni studenti, membri dei Cobas e dell'Usb in realtà erano davvero pochi mentre lo schieramento di forze dell'ordine intorno al teatro luogo del convegno era imponente. La Fornero e Passera sono stati fatti entrare da un ingresso laterale. Il convegno ha così potuto svolgersi in tranquillità e solo all'uscita il ministro Fornero è stato intercettato dai contestatori che hanno dato vita a un lancio di uova al grido di vergogna vergogna, ma nessuno è riuscito a colpire il rappresentante del governo che è potuto andare via senza problemi. Quando invece è uscito il ministro Profumo la situazione si è un po' complicata e le forze di polizia hanno dovuto dare vita a una carica di alleggerimento per tenere i contestatori a debita distanza. Da parte sua il ministro Fornero è tornata sulle polemiche delle ultime ore in particolar modo  i nuovi attacchi da parte della Cgil. Il ministro ha così voluto dire che in Italia si assiste a uno spirito troppo poco costruttivo e che sarebbe ora di mettere da parte tante polemiche. I problemi per essere arrabbiati ci sono, ha aggiunto, ma sarebbe il caso di lavorare insieme per trarne dei benefici: "Di amarezze ne abbiamo molte anche noi ministri ma mi rincuora vedere che talvolta c'è uno spirito costruttivo nell'affrontare i problemi". Secondo alcuni osservatori il ministro del welfare ha così voluto rispondere a Sysanan Camusso che l'ha sconsigliata "caldamente" di recarsi in visita agli operai dello stabilimento Alenia che lo stesso ministro ha annunciato. Anche il segretario della Cisl è in disaccordo con tale scelta: "Un ministro non può andare dovunque. Il ministro deve assolvere a dei compiti e noi stiamo ancora aspettando di essere convocati per gli esodati. Su quei temi deve parlare con noi, poi potrà andare dove vuole. Credo che per sostanza e per forma il ministro faccia bene a fare dell'altro" ha commentato. 


  PAG. SUCC. >