BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

FONDI FINMECCANICA/ Lega: tangente di dieci milioni di euro al partito, l'inchiesta

La Procura di Napoli avrebbe trovato documentazioni che attestano il versamento di una tangente di dieci milioni di euro alla Lega da parte di Finmeccanica. Il Carroccio nega tutto 

Foto InfophotoFoto Infophoto

La Lega Nord di nuovo nella bufera. La Procura di Napoli avrebbe trovato documenti che testimonierebbero di tangenti per il valore di dieci milioni di euro da parte di Finmeccanica al Carroccio. I documenti sarebbero depositati in una fiduciaria svizzera: si tratta di tangenti versate per ottenere commissioni di lavoro all'estero. Ad esempio la vendita di dodici elicotteri Agusta Westland all'India. Fondi neri dunque: a rendere testimonianza in questo senso l'ex capo relazioni istituzionali di Finmeccanica Lorenzo Borgogni e l'ex presidente di Finmeccanica Africa Francesco Tuccillo. I due sarebbero stati mandati via dall'azienda per cui le loro dichiarazioni devono essere vagliate bene per capire se non si tratti soltanto di un tentativo di infangare la loro ex azienda. Sta di fatto che secondo le indiscrezioni che stanno girando esisterebbe però una documentazione che prova le loro parole. I magistrati stanno infatti indagando tra le carte di tale Guido Ralph Haschke un consulente finanziario di Lugano che si occupa di affari con il governo indiano e che sarebbe dietro alla vendita degli elicotteri. L'uomo è indagato per  corruzione internazionale e riciclaggio. L'azienda Agusta Westland ai tempi dell'affare era guidata da Giuseppe Orsi che è l'attuale amministratore delegato di Finmeccanica. Il prezzo inizialmente concordato era di un miliardo e mezzo di euro e l'affare fu mediato dal consulente svizzero indagato. Per lui, fu fissato un compenso pari a 41 milioni di euro poi alzato fino a 51. Il Borgogni a questo punto dice che quei dieci milioni id euro in più furono appunto girati alla Lega che doveva darsi da fare in cambio per promuovere Orsi al vertice di Finmeccanica, cosa che poi è successa davvero.  Rispetto a tutta questa faccenda c'è già una reazione ufficiale da parte della Lega che smentisce di aver mai preso tangenti da Finmeccanica o da chiunque altro. Si legge infatti in una nota del partito che "In merito alle insinuazioni riportate oggi da alcuni quotidiani riguardo a presunte tangenti alla Lega Nord da parte di Finmeccanica la Lega Nord è totalmente estranea a questa vicenda".