BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESODO PASQUALE/ Traffico intenso sulla rete autostradale

Pubblicazione:giovedì 5 aprile 2012 - Ultimo aggiornamento:giovedì 5 aprile 2012, 12.48

Infophoto Infophoto

Anche quest’anno, nonostante la crisi, e nonostante il calo prevedibile dei volumi di viaggi, gli italiani non rinunceranno a trascorrere le feste pasquali fuori casa. Il classico esodo pasquale, quindi, renderà le strade italiane particolarmente trafficate. È previsto sino al 10 aprile traffico intenso sulla rete autostradale. In particolare, i flussi saranno maggiori in direzione della Capitale, ove i turisti e i pellegrini affluiranno in massa in occasione della festa più importante del cristianesimo. Si attendono fedeli e semplici visitatori dai Paesi confinanti con l’Italia, quali Austria, Francia, Svizzera e Slovenia. Oltre a Roma, gli italiani che si metteranno in viaggio prediligeranno come loro meta i Paesi di origine, città d’arte e località di villeggiatura o di montagna. Il momento di traffico più intenso si registrerà al momento delle partenze: quindi, a seconda dei casi, giovedì, venerdì pomeriggio o sera e sabato mattina. Traffico intenso, invece, per quanto riguarda i rientri, lunedì sera e per tutta la giornata di martedì. Per consentire al traffico di fluire più agevolmente e limitare al minimo il rischio di incidenti, le autorità hanno deciso di proibire la circolazione dei mezzi pesanti in determinate fasce orarie: venerdì   6 aprile non potranno circolare dalle 14:00 alle 22:00; sabato 7 aprile dalle 08:00 alle 16:00; a Pasqua, 8 aprile, dalle 08:00 alle 22:00; lunedì 9 aprile dalle 08:00 alle 22:00; martedì 10 aprile dalle 08:00 alle 14:00. Si è deciso, inoltre, di rimuovere tutti i cantieri, salvo quelli di lunga durata necessari per gli interventi di potenziamento delle autostrade. Non sarà, quindi, ridotto, ove possibile, il numero di corsie nelle loro vicinanze. Autostrade per l’Italia comunica che i flussi di traffico saranno maggiormente intensi su tratti specifici e in particolare lungo la direttrice nord-sud:  sull'A1 Milano al bivio A22; tra Bologna e Firenze sud e Orte Roma Nord; tra Roma-Valmontone e Caserta-Napoli; sull'A4 Milano-Brescia; sull'A8 e sull’A9 Milano-Varese; sull'A10 Varazze-Genova; sull'A12 Genova-Chiavari; sull' A14 Bologna-Cattolica, Ancona-Pescara Canosa-Bari; sull'A26 Alessandria-bivio A10; sull'A27 Treviso-Belluno.

 


  PAG. SUCC. >