BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CIOCCOLATO/ A Torino tra il Salone del libro e alcune golosità…

Pubblicazione:giovedì 10 maggio 2012

Il cioccolato, ospite d'onore al Salone del Libro di Torino Il cioccolato, ospite d'onore al Salone del Libro di Torino

Ed ora una digressione, che merita l'espulsione dall'Associazione Italiana Sommelier, ma che rimane un omaggio ai miei vecchi. Già i vecchi, poveri di tutto, che in occasioni particolari amavano abbinare il cioccolato al vino rosso, in particolare alla Barbera. Anch'io faccio così, talvolta, sapendo che il cioccolato vincerà sul mio palato per quell'intensità e persistenza indomita. Eppure l'alcol messo accanto al cacao, anche se non si abbina, manifesta una sua fierezza. Certo non bisogna cercare nei vini giovani un appoggio. Ma se andate a prendere una di quelle bottiglie che non aprirete mai e che magari hanno un inizio di maderizzazione, vedrete che con il cioccolato andranno a nozze.
Alcuni colleghi anni fa, fra cui Daniele Cernilli, adombrarono questa soluzione. Allora io risposi che l'unica soluzione sarebbe stata il vermuth (e venerdì lo riproveremo con il vermuth Cocchi che porta il nome di Torino). Però una sera, trovandomi a Verona alla Bottega del Vino con Marco Gatti, provai il massimo con una Monella di Giacomo Bologna di venti anni. Col cioccolato fondente fu un'apoteosi e Marco ancora lo ricorda. Il figlio di Giacomo, Beppe, quando apprese la notizia mi regalò altre 4 bottiglie, rispettivamente del 1994, 1995 e 1998. Ed erano perfette nonostante gli anni... anche con il cioccolato.

Morale: aprite le bottiglie che stanno diventando decrepite e salvatele col cioccolato.

Ci vediamo a Torino!



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.