BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

15ENNE SUICIDA/ Chi sono i veri eroi in questa crisi che spinge alla morte?

Pubblicazione:

Foto: Fotolia  Foto: Fotolia

Questi sono eroi. Un po’ più vicini e prosaici di quelli che abbiamo imparato ad ammirare nei fumetti, i poemi, i romanzi d’avventura. Anche lì, avrebbero dovuto lasciarci qualcosa. Chi scendeva in campo con le armi in pugno, balenando le spade; chi affrontava torture e ingiurie per non tradire, chi ha gridato viva Dio, la patria o un amore prima di chiudere gli occhi con uno schiaffo al nemico. Ettore, Enea, Pausania (Grecia, ricorda chi sei!) Orlando, Tancredi. Garibaldi e i fratelli rinchiusi nei lager, nei gulag.

Abbiamo tante prove di quanto la sopportabilità umana si possa dilatare e renderci capaci di grandezza, perché grandi sono il cuore e la ragione. Ci vuole un motivo, un ideale, un bene riconosciuto che valga la pena: questo ci manca, oggi, perché questo si è voluto estirpare dalla nostra natura e civiltà, lasciandoci in balia dei nostri umori e sentimenti, inculcandoci il pensiero atroce che tutto è relativo e che il nulla da cui veniamo è in agguato per riprenderci. Cancellando la verità, la Bellezza, l’Assoluto non resta che la nostra umanità fiacca e troppo incapace di reggere al male del mondo. Farla finita è una fuga, la sola possibile, nella solitudine che ci sovrasta.

Per questo dei tanti uomini che si ammazzano in queste splendide giornate di primavera, siamo come adulti responsabili tutti, e lo è di più chi ha responsabilità politiche ed educative. In queste bellissime giornate, nonostante la crisi e l’Europa gelida che conta i morti e la butta in sociologia, anziché interrogarsi sulla felicità dell’uomo, e su cosa la fa vivere. Mentre nelle carceri, negli ospedali, nei paesi dove la violenza e la persecuzione sfiancano, uccidono, ci sono migliaia e migliaia di uomini che desiderano vivere, sperano di vivere, lottano per vivere.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
14/05/2012 - Ottimo articolo.. (White Coma)

Fa riflettere molto,perchè descrive maggiormente l'aspetto umano piuttosto che i macabri particolari a cui ci siamo abituati. La nostra è una mentalità distorta,plagiati da una tv-spazzatura..che non lascia spazio alla riflessione. A prescindere dai problemi che uno può avere,si è perso il vero valore della vita..non è rimasta una sola goccia di altruismo. Un lamentio perpetuo..tutto made in Italy..che non porterà mai a niente.