BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ASCENSIONE/ Rino Cammilleri: così Cristo ha "sconvolto" tutte le cose

Rembrandt, Ascensione di Cristo (1636; immagine d'archivio)Rembrandt, Ascensione di Cristo (1636; immagine d'archivio)

Il corpo ha la sua importanza perché noi siamo stati fatti di corpo e anima, a somiglianza e immagine di Dio e Cristo è il prototipo di questo uomo perfetto, non è solo spirito ma anche corpo. Il corpo assume poi importanza decisiva perché tramite il corpo possiamo dannarci oppure possiamo salvarci. Anche la Madonna viene assunta con il corpo in cielo con la sola differenza che Cristo ascende con le sue proprie forze, la Madonna viene invece innalzata al cielo da una forza non sua.

 

In alcuni Paesi europei l'Ascensione è anche festa nazionale e civile. In Italia lo è stata sino al 1977, poi abolita. Da qualche anno sono stati presentati dei disegni di legge per farla tornare festività civile, secondo lei ha senso?

 

C'è stato un tempo in cui le feste cattoliche erano anche feste nazionali, questo dipendeva dal sentimento del popolo. Il popolo e il cattolicesimo hanno spesso coinciso con il sentimento nazionale. Pensiamo a una nazione come la Polonia, nazione schiacciata, spartita e divisa e ricomposta dove il cattolicesimo ha preservato la sua identità. Per l'Italia di oggi, la festa ha senso solo se ci sono persone che ci credono. Oggigiorno, in Italia, non so quanti italiani tengano davvero a questa festa. 

© Riproduzione Riservata.