BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FAMIGLIA/ C'è un piano dell'Ue per far passare le nozze gay in Italia

Pubblicazione:venerdì 18 maggio 2012

Foto Fotolia Foto Fotolia

Insomma, la stessa Europa, quando si tratta di affrontare tematiche attinenti al diritto di famiglia, sembra realisticamente prendere atto della diversità e della specificità degli ordinamenti dei singoli Stati contraenti, puntando ad una reale integrazione, in attuazione del principio di sussidiarietà, più che ad una verticistica operazione di omologazione tra i popoli.

 

Perché provocatoriamente definire il processo di codificazione “utopia o realtà”, quando già a priori si sa che tale processo di uniformazione è di difficile realizzazione? In realtà il gioco è abbastanza scoperto: prendendo spunto da giuste esigenze di integrazione e armonizzazione del diritto a vantaggio dei cittadini europei e soprattutto delle coppie cd. ”miste”, costituite cioè dall’unione tra persone di diversa cittadinanza europea, in realtà si vuole sollecitare il dibattito e orientare l’opinione pubblica e, conseguentemente, il legislatore italiano, a un pieno riconoscimento dei diritti delle coppie di fatto e degli omosessuali.

 

Significativamente ciò accade in Italia proprio quando Obama negli Usa e Francois Hollande in Francia aprono al riconoscimento dai matrimoni omosessuali. Stando al portavoce del convegno, per l’Italia riconoscere tutela giuridica alle unioni di fatto o introdurre matrimoni gay o sveltire le procedure per ottenere il divorzio - tutti modi indiretti per scardinare o comunque svilire l’istituto matrimoniale nel nostro ordinamento, secondo l’impianto dell’art. 29 della Costituzione - sarebbe un modo per uniformarsi ai paesi civili dell’Europa occidentale.

 

Riecheggia in sottofondo il leit motiv degli anni ‘70 per cui l’introduzione dell’istituto del divorzio conseguiva alla necessità di essere al passo con i tempi. Ancora una volta, e non è certo la prima, la perdita acritica del proprio patrimonio culturale, dei propri valori e delle proprie tradizioni viene prospettata come viatico da pagare alle esigenze della modernità.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.