BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TERREMOTO EMILIA-ROMAGNA/ Nuova scossa di magnitudo 3.3 in provincia di Modena e Ferrara, 24 maggio

Pubblicazione:giovedì 24 maggio 2012

Foto Infophoto Foto Infophoto

TERREMOTO EMILIA-ROMAGNA NUOVA SCOSSA TRA MODENA E FERRARA - Continuano gli assestamenti sismici in Emilia-Romagna a seguire la violenta scossa della scorsa domenica. L'ultima in ordine di tempo è di questi ultimi minuti  ed è stata registrata con una magnitudo pari a 3.3 gradi. L'epicentro è stato registrato nei pressi delle solite località dove si registra in questi giorni, a partire dalla scossa di domenica, e cioè i comuni di Finale Emilia e San Felice sul Panaro, in Provincia di Modena, Bondeno e Sant'Agostino, nel ferrarese. Al momento non sembra ci siano stati nuovi crolli, la protezione civile sta effettuando dei sopralluoghi, ma sicuramente queste scosse che continuano alla media di oltre venti al giorno terranno i numerosi sfollati lontani da casa ancora a lungo. Come detto il comune più vicino all'epicentro è quello di Finale Emilia. I comuni invece situati a una distanza tra i dieci e i venti chilometri dall'epicentro sono quelli di CARBONARA DI PO (MN), FELONICA (MN), MAGNACAVALLO (MN), SERMIDE (MN), BERGANTINO (RO), CALTO (RO), CASTELMASSA (RO), CASTELNOVO BARIANO (RO), CENESELLI (RO), FICAROLO (RO), SALARA (RO), CAMPOSANTO (MO), SAN FELICE SUL PANARO (MO), CASTELLO D'ARGILE (BO), GALLIERA (BO), PIEVE DI CENTO (BO), BONDENO (FE), CENTO (FE), MIRABELLO (FE), SANT'AGOSTINO (FE). Poco prima di questa ascissa un'altra scossa di intensità minore pari ai 2.5 gradi è stata registrata con epicentro in provincia di Mantova. Rimane dunque aperto il problema degli sfollati, oltre cinquemila, di cui duemila solo nel comune di Finale Emilia. UN'ultima scossa è stata invece registrata pochi minuti fa alle ore 19 e 25 di magnitudo 2.5 gradi della scala Richter. Proprio oggi il governo ha fatto sapere che per ogni persona che ha subito danni e crolli delle proprie abitazioni il governo ha stanziato un rimborso pari a cento euro al mese. Un rimborso che sarà garantito per un certo periodo di tempo. Il commissario straordinario della protezione civile ha firmato l'atto. I danni invece al patrimonio immobilaire sono tutti da valutare.


  PAG. SUCC. >