BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EQUITALIA/ Bergamo, uomo armato sequestra ostaggi negli uffici dell'agenzia di Romano di Lombardia

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Agenzia delle entrate di Romano di Lombardia in provincia di Bergamo. Notizie drammatiche dalla sede di Equitalia un uomo armato avrebbe sequestrato alcuni ostaggi - sembra quindici persone - chiudendosi negli uffici dell'agenzia. Sarebbe armato con un fucile. Le ultimissime notizie dicono che avrebbe già liberato tutti gli ostaggi tranne uno e quindi dichiarato di volersi suicidare quando arriveranno sulla scena i giornalisti. Non si conoscono le sue intenzioni né quante persone siano state sequestrate. Secondo le prime ricostruzioni l'uomo è entrato armato con il suo fucile negli uffici della sede dell'agenzia delle entrate, ha sequestrato alcune delle persone che vi si trovavano (non si sa se clienti o personale dell'agenzia) e quindi si è barricato negli uffici. Immediato l'intervento delle forze di sicurezza che hanno istituito un cordone di sicurezza impedendo a chiunque di avvicinarsi alla sede di Equitalia. Le fonti che giungono dalla cittadina in provincia di Bergamo sono al momento molto frammentarie e confuse: secondo alcune testimonianze sarebbe stato udito anche un colpo di arma da fuoco. Secondo altre testimonianze la maggior parte degli ostaggi sarebbe già stata liberata. Non si sa se il sequestratore abbia già fatto delle rivendicazioni e quali siano i motivi esatti del suo gesto. Certo è che Equitalia durante questo periodo di grave crisi economica è già stata nel mirino di proteste e anche di pacchi bomba con il ferimento di un dirigente. L'agenzia delle entrate viene contestata perché responsabile di inviare le cartelle esattoriali ai cittadini per cui viene vista come uno dei tanti centri di malessere economico del cittadino italiano di oggi. Spesso anche attaccata per presunte ingiustizie nei confronti dei destinatari. Forse dietro alle motivazioni del clamoroso sequestro una protesta contro l'agenzia delle entrate. Secondo le ultimissime dalla provincia di Bergamo l'uomo avrebbe detto di volersi suicidare. Avrebbe già rilasciato tutti gli ostaggi, una dozzina, tranne una persona. Gli ultimi aggiornamenti in tempo reale in seconda pagina di questa notizia.



  PAG. SUCC. >